Laura Tabegna

author-avatar

Mi sono laureata in giurisprudenza nel 2005 e dal 2012 sono giornalista professionista. In particolare mi occupo di cronaca e cultura a Firenze. Non sono esperta di enogastronomia, ma amo mangiare (soprattutto i dolci) e ho la fortuna di avere amici esperti del settore. In questo blog offro semplicemente un punto di vista esterno, di chi osserva con curiosità il mondo del cibo e tutte le sue stravaganze.

Articoli pubblicati da Laura Tabegna 32 risultati

Dal sacro al profano….il vino nell’arte

di Laura Tabegna

Nelle botti, ma anche nelle tele, nel vetro della bottiglia e nel marmo bianco. Il vino è re della cultura, non solo vitivinicola ma anche artistica. Il territorio fiorentino può vantare capolavori nelle colline del Chianti come nei musei più importanti. Oltre che bere, il nettare degli dei si può anche ammirare. Partendo dall’analisi della studiosa Silvia Malaguzzi, che per Giunti ha raccontato il tema ‘Arte e Vino’, ripercorriamo luoghi e opere ‘enologiche’ a Firenze. Come un ...

L’enogastronomia che spopola al Salone del libro di Torino

di Laura Tabegna

Libri senza glutine e derivati animali. L’editoria diventa green e la passione per il cibo sano occupa gli spazi lasciati vuoti dalla crisi della narrativa e della saggistica. Il Salone del libro di Torino (12-16 maggio al Lingotto) riserva un grande spazio alla quarta edizione di Casa CookBook, l’area del Salone dedicata alle pubblicazioni enogastronomiche. Al Lingotto arriveranno oltre 30 espositori, tra cui le nuove presenze Cucchiaio d'Argento, FunnyVegan, CHEFUORICLASSE, Luca Maroni ...

Ristoranti dai nomi “esotici”

di Laura Tabegna

Dimmi come ti chiami e ti dirò che ristorante sei. Un tailandese a Firenze non poteva che chiamarsi ‘Ic che thai’. Geniale nella sua immediatezza (anche se qualcuno, come me, non ci sarà arrivato al primo colpo), il ristorante esprime in tre parole lo spirito popolare fiorentino e la musicalità orientale. E questo binomio, magico quanto improbabile, si riflette nella cucina, che presenta un menù fusion nella formula dello street food (Lungarno Cellini 25C e Pier Capponi 72a). Fatela ...

Museo della natura morta, dove il cibo prende vita

di Laura Tabegna

Il nome potrebbe ingannare. Si chiama Museo della natura morta, ma in realtà ospita dipinti di frutta e ortaggi che sembrano ‘vivi’. Nella Villa Medicea di Poggio a Caiano, in provincia di Prato, si può scoprire un mondo dove arte e cibo si uniscono in una galleria che fa venire l’acquolina in bocca, anche a chi non ama la pittura. Le tonalità del rosso delle ciliegie, tutte le sfumature (più di 50) dell’uva, per continuare con chili di cedri e limoni, sono i protagonisti delle ...

Solo su una degustazione di acque sono tutti d’accordo

di Laura Tabegna

Altissima, purissima, levissima. Liscia, gassata…o Ferrarelle? Blin Blin…c’è nessuno? Mi domando: cosa potranno dire mai i degustatori di acqua? Sì, perché dopo aver scomodato vini rossi, bianchi, grappe, whisky, brandy e gli champagne della nostra Marina Ciancaglini, adesso l’eclettico mondo dell’enogastronomia ha messo in pista anche l’acqua minerale. Ci sono ben 250 etichette degne di degustazione. Non è uno scherzo di Lercio.it, ma una notizia seria segnalata nelle pagine ...

E se il profumo della salsiccia fosse il karma felice di un maiale infelice?

di Laura Tabegna

‘Omicidio in cucina’, ‘L’assassinio del piccione’, ‘C’è un cadavere in frigo’, ‘Dieci piccole cotolette’. Chissà come avrebbe intitolato Agatha Christie un suo ipotetico romanzo giallo sull’ultimo conflitto dell’uomo moderno: ‘Se mangio una fettina sono complice di omicidio?’. Ebbene sì, il cibo ha scippato l’attenzione anche alla regina dell’intrattenimento più tragicamente amato della tv: la cronaca nera. Ne è testimonianza la trasmissione di punta ...

I tarallucci si aggiudicano il premio Strega

di Laura Tabegna

Dopo aver pianto l’estinzione dei panda abbiamo cominciato a fare bollettini di morte delle librerie. Finalmente, dopo aver sospirato per l’ennesima chiusura, lo scorso anno è arrivata un’inversione di tendenza. I libri sono stati resuscitati proprio da lui, il simbolo dell’edonismo, il cibo. Entrando in una di queste nuove librerie ti accorgi subito che, tra un saggio di politica e un romanzo in corsa per il premio Strega, ti ritrovi in mano una boccia di birra artigianale o un ...

Quando le dimensioni contano

di Laura Tabegna

Che fine ha fatto la classica torta di nozze, quella con il pan di spagna farcito di crema, bullonato di bignè, con i due sposini di zucchero inchiodati all’ultimo piano? Ormai è roba d’antiquariato. Adesso un matrimonio di un certo spessore si misura in base ai metri cubi del dolce. La torta è diventata un’espressione di ‘celodurismo’ alla pasta di zucchero, con betoniere di glassa con cui gli sposi cementano la loro promessa di amore. Dalle decorazioni tradizionali siamo passati ...