Degustando 77 risultati

Le mille bollicine blu del Giglio

di Laura Tabegna

L'Isola del Giglio è una terra di mare e di vino. Chi si gode l'acqua cristallina di giorno può divertirsi anche la sera, magari in una cantina del Castello (il borgo fortificato che svetta in cima all’isola) brindando con l'Ansonaco locale al ritmo della Bumbabà. Partendo da questa simpatica tradizione, Anna Francesca Caruana ha recuperato particolarità e sapori della sua isola, e non solo, per raccontarle in versione contemporanea a turisti e compaesani. Sotto questi auspici è nata a ...

deGusto Spoleto Trebbiano & Food Festival: il 3 e 4 giugno un evento dedicato al Trebbiano Spoletino

di La redazione

La città di Spoleto si prepara al primo appuntamento con deGusto Spoleto: rassegna dedicata all’enogastronomia e alle tipicità locali, in programma il 3 e 4 giugno, ospitata a Spoleto, uno dei luoghi più suggestivi dell’Umbria. La città è legata a doppio filo all’offerta di prodotti enogastronomici di qualità, come tartufo, olio extra vergine d’oliva, salumi e naturalmente il vino, con il Trebbiano Spoletino; vitigno di origini antiche risalenti al XV secolo, che negli ultimi ...

L’ultima frontiera dello sport: dal drink&run al trekking in vigna

di Raffaella Galamini

Chi ha detto che bere vino e fare sport sono due mondi inconciliabili? Da qualche tempo la nuova moda vuole manifestazioni drink&run: dalla birra al vino, qualsiasi occasione è buona per concedersi un bicchiere in più dopo una corsa. Perché a questo punto non sfruttare la bellezza dei paesaggi di tante delle nostre vigne e organizzare dei veri e propri percorsi trekking? E' quello che si è detto la famiglia Cecchi che già l'anno scorso nella sua tenuta in Maremma aveva organizzato ...

Un terremoto dietro l’altro nel mondo della mixology fiorentina

di Raffaella Galamini

Firenze è sempre più capitale della mixology. Merito della Florence Cocktail Week, si è da poco conclusa la seconda edizione, che ha confermato come la scena dei locali fiorentini ha ormai i suoi protagonisti. La kermesse ha incoronato Roberto Prato del Tabarin Restaurant con "Perfect Date", seguito da Neri Fantechi di Mad souls&drinks (Cuba was libre) e da Luca Picchi con "Hanky Funky" (Gilli 1733). Il 'Premio Marcorè' per la migliore presenza scenica al bancone è andato a Michel ...

Piccoli vitigni che guadagnano la giusta notorietà: la Schiava

di Marina Ciancaglini

di Marina Ciancaglini Non è che ho scoperto la Schiava solo adesso, ci mancherebbe; è che avendo un locale ho la fortuna di dover ripensare periodicamente a quali proposte, più o meno conosciute, possano funzionare in una carta dei vini, soprattuto al bicchiere. E proprio per quest'ultima situazione, la scelta deve essere quantomeno azzeccata, in quanto - una volta aperta la bottiglia - ci si deve assicurare di finirla in una manciata di giorni. L'Alto Adige è sicuramente tra le regioni ...

Assaggi di stupore a Villa Favorita

di Marina Ciancaglini

di Marina Ciancaglini Da qualche anno ho l'abitudine di fare un accumulo di ossigeno, prima di tuffarmi nel marasma di stand e luci al neon del Vinitaly, immergendomi per una giornata nella bellezza di Villa Favorita, in provincia di Vicenza, dove si svolge l'evento che coinvolge circa 160 produttori provenienti da tutta Europa che fanno parte del gruppo di Vinnatur, con Angiolino Maule alla presidenza, accomunati da "produrre vini di qualità, secondo metodi naturali legati al territorio, ...

Il vino di chi bene conosce il valore delle cose

di Roberta Perna

Il vino di Corrado...Un vino che in pochissimi hanno avuto la fortuna di assaggiare, un vino che racconta una lunga storia ma soprattutto un modo di stare al mondo, un'abitudine forse per tanti “vecchia”, ed invece per me colma di bellezza: quella per cui niente si butta, soprattutto il cibo. È stato in occasione della presentazione delle vecchie annate di Vallerana Alta di Antonio Camillo, vignaiolo maremmano dalla tempra forte che nell'uva ciliegiolo sta investendo la maggior parte ...

Vignaioli produttori di energia: Stefania Mezzetti tra Toscana e Umbria

di Roberta Perna

A dirla tutta erano un po' di mesi che sentivo una certa insofferenza nei confronti del mondo del vino con sempre più vignaioli concentrati più sulla fama di successo che su Bacco. Un ambiente che stava cominciando a starmi stretto ed a dare sempre meno stimoli. Ma c'è stato un incontro che mi ha fatto tornare il desiderio di tutto questo, la voglia di continuare a conoscere produttori, assaggiare i loro vini, ma, soprattutto, ascoltare le loro storie di vita e di vite. In occasione di ...

La leggerezza in rosso

di Marina Ciancaglini

di Marina Ciancaglini "Leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall'alto, senza macigni sul cuore"  - Italo Calvino Recentemente, scrivendo della convincente Albana Sabbia Gialla di Cantina San Biagio Vecchio, avevo espresso il concetto di come tenda a ricercare nei bianchi una materia presente, mentre nei rossi ho voglia, sempre di più, di freschezza, bevibilità e una certa leggerezza nella struttura. Non è per una voglia di non impegnarsi nell'assaggio di vini ...

Pensieri sui vini bianchi: avere peso non significa essere pesante. Ad esempio, il SabbiaGialla

di Marina Ciancaglini

di Marina Ciancaglini Ultimamente ho notato che, nei miei gusti in materia di vino, sto invertendo dei parametri che possono essere considerati descrittivi di una categoria. Mi spiego meglio. Se nei rossi tendo a cercare sempre di più freschezza, bevibilità e una certa leggerezza nella struttura,  nei bianchi non disdegno - anzi ricerco, soprattutto all'interno di una carta dei vini - una materia ben presente, da non confondersi con pesantezze imposte da stili di vinificazione che ...

Il Sagrantino perde peso e acquista agilità

di Marina Ciancaglini

di Marina Ciancaglini In quella che è una generale e nuova tendenza all'alleggerimento stilistico del vino, si inserisce anche una denominazione per la quale una dieta per perdere peso era necessaria. Dalla recente Anteprima del Sagrantino, durante la quale è stata presentata l'annata 2013, mi sono fatta un'idea più chiara su un vino che poche volte incontro nel bicchiere. Difficile da approcciare, trasforma il suo tannino poco addomesticabile e la sua muscolarità in uno spaura...

Coup de cœur a San Gimignano

di Marina Ciancaglini

  Reduce dalla recente Anteprima della Vernaccia di San Gimignano, sono tornata ad assaggiare con maggiore attenzione una denominazione che tutto sommato bevo troppo raramente. La valutazione delle nuove annate appare qui anche secondaria, considerando che la Vernaccia, essendo riuscita a segnare un punto anche con la difficile 2014, non può che regalare vini di grande solarità e piacevolezza sia nelle 2015 e, soprattutto, nelle 2016. Buone nuove anche nello stile, generalme...